Ordine degli Psicologi

Roma, 25 Luglio 2011

All’Ordine Nazionale Psicologi C.A. Presidente Dr. Giuseppe Luigi Palma

Per conoscenza all’Ordine degli Psicologi del Lazio C.A. Presidente Dr.ssa Marialori Zaccaria

Egregio Dr. Giuseppe Luigi Palma, Gentile Dr.ssa Marialori Zaccaria,

Come Segreteria del Consiglio Direttivo dell’Associazione Internazionale di Ontopsicologia (AIO) è nostro dovere, come garanti della diffusione della conoscenza ontopsicologica sul territorio nazionale e internazionale e come rappresentanti di diversi soci e ricercatori che fanno parte dell’Associazione, tra i quali impresari, ingegneri, medici, paramedici, pedagogisti, amministratori, artisti, commercialisti, formatori, economisti e tanti altri, difendere con forza i valori e gli scopi del nostro statuto che vengono perseguiti in modo civile e responsabile da più di trent’anni in tutto il mondo, garantiti sempre dal rispetto dei principi condivisi con l’Organizzazione delle Nazioni Unite.

Vorremmo cortesemente far presente che la nostra Associazione e soprattutto quanti si occupano di ricerca e applicano i principi della scienza ontopsicologica, nelle rispettive attività professionali, non necessitano di riconoscimento da parte dell’Ordine degli Psicologi il quale ha finalità di controllo sull’ordinamento della professione di Psicologo come da Legge dello Stato prevede.

L’Ontopsicologia è scienza epistemica con criterio interdisciplinare. È una scienza fondamentale che affronta il problema critico della conoscenza, e la causalità fisica. Essendo conoscenza ontologica, l’Ontopsicologia può essere applicata in diversi settori del sapere umano.Come si evidenzia dai premi istituiti dallaFondazione di Ricerca Scientifica ed Umanistica Antonio Meneghetti, essi sono riferiti esclusivamente per la Fisica, per la Medicina e per l’Economia.

In diversi campi, le associazioni che promuovono lo sviluppo della scienza ontopsicologica in tutto il mondo hanno pubblicato numerosi articoli scientifici in periodici internazionali, hanno promosso e presentato tanti congressi internazionali e mondiali o effettuato ricerche e dissertazioni di Laurea, Dottorato, Ph.D., MBA e Scuole di Specializzazione.

Pertanto, risulta evidente che l’Ontopsicologia NON È PSICOLOGIA, cosa che di fatto limiterebbe molto la nostra attività. Ma se l’Ontopsicologia non è psicologia, perché utilizza il termine "psicologia” nella sua definizione? Il termine è usato in modo completamente differente dall’uso che ne fa la psicologia corrente tanto nel suo aspetto etimologico quanto in quello scientifico e metodologico.

L’Ontopsicologia è conoscenza dell’essere nel modo della psichicità umana. Oggetto dell’Ontopsicologia è il nesso ontico, il metodo è razionalità scientifica. La filosofia come ontologia e la fisica sono le scienze di appoggio e con esse si apre il dialogo. Nessuna scienza, come ha evidenziato Edmund Husserl, si è dimostrata capace di cogliere la causa in sé, l’informazione causante. L’Ontopsicologia ha rintracciato questa causalità, che intrinseca fa fenomenologia nella causalità prima, l’essere. Lo scienziato che ha fatto questo, il Prof. Antonio Meneghetti, ha sperimentato tutto ciò attraverso anni di attività clinica continuata e nei campi del sapere umano. Per oltre trenta anni, durante i quali, non avendo a disposizione un laboratorio su misura, ha preso come laboratorio l’uomo, osservando i trasporti di comunicazione che modificano e modulano tipi di energia ed utilizzando accanto alla razionalità aristotelica tre nuovi principi da lui scoperti. L’ontopsicologo è il competente delle fenomenologie dell’atto psichico; è il competente di quella causalità che identifica gli effetti. È ovvio che per far questo però il ricercatore deve verificare se ha o non ha coscienza esatta, se è capace di reversibilità tra concetto e oggetto. Nella speranza di non dover sopportare ulteriori malintesi (nonostante l’icastica posizione dei testi ontopsicologici), siamo sempre a disposizione per ulteriori spiegazioni. Certamente tutti i nostri soci che intendono esercitare la professione di Psicologo dovranno essere in regola con quanto disposto dall’Ordine o Consiglio Nazionale degli Psicologi del proprio paese.

Vi salutiamo con deferenza e cordialità,

Il Presidente del Consiglio Direttivo
Dr. Marcello Bruognolo

Il Segretario del Consiglio Direttivo
Dr. Paolo Garcia M. Leonardi